29 gennaio 2007

Le Famiglie e le Nuove Tecnologie

Abbiamo trovato interessante un Indagine Istat abbastanza recente (dicembre 2005) dal tema "Le tecnologie dell’informazione e della comunicazione:disponibilità nelle famiglie e utilizzo degli individui" nel settore famiglia e società.
Questa ricerca mostra come le nuove tecnologie (cellulare, personal computer in particolare per i fini della nostra relazione) abbiano avuto un impatto nella famiglie. Vi presentiamo i dati che abbiamo preso dall’indagine Istat.
La figura 1 mostra i dati raccolti dall’Istat che mostrano come le famiglie abbiano avuto un aumento nel consumo di nuove tecnologie. Ma lasciamo parlare il grafico:



Figura 1. Famiglie per beni tecnologici posseduti. Anni 1997, 2003 e 2005 (valori percentuali)




Come si può notare l’uso del cellulare e l’accesso a Internet hanno avuto una rapida diffusione. Infatti nel 1997 solo il 27,3% delle famiglie possedeva un cellulare contro l’80,8% del 2005. Il bene ha più che triplicato la presenza nelle famiglie italiane. L’accesso a Internet è stato ancora più strabiliante: dal 2,3% del 1987 al 34,5% nel 2005. Anche se solo un terzo delle famiglie italiane ha accesso a internet è da notare come in neppure 10 anni le famiglie che vi hanno acceduto siano aumentate di circa 17 volte.
È inoltre significativo notare che una tecnologia avanzata e nuova come la banda larga si sia diffusa tra l’11,6% delle famiglie italiane.
Purtroppo anche nell’uso di tecnologie le famiglie del Sud Italia si trovano svantaggiate rispetto al Centro Nord. Vediamo sempre dai dati Istat come si mostra questo divario.
Ecco la tavola che riporta i dati:



In generale notiamo che sono le famiglie del Centro Nord a possedere quote più elevate di beni tecnologici, in particolare si rileva che il cellulare, ad esempio, è più diffuso nell’Italia del Nord Est rispetto al Sud. Analogamente il personal computer è più diffuso tra le famiglie del Centro e del Nord e meno nelle isole. Anche per l’accesso a internet e banda larga nel Nord sono più alte di almeno 3 punti percentuali rispetto al Sud e alle Isole.
Ma l’indagine Istat non si ferma qui ha anche analizzato le motivazioni principali del non possesso di Internet.
Nella prossima tavola vediamo le motivazione che hanno addotto le famiglie per la mancanza di accesso Internet da casa.


Famiglie che non hanno accesso ad Internet da casa per motivo e tipologia familiare. Anno 2005 (valori percentuali)

La principale ragione addotta dalle famiglie per la mancanza di un accesso Internet da casa è che lo stesso non viene ritenuto utile.
Al secondo posto delle motivazioni (31,2%) le famiglie indicano l’incapacità di utilizzare internet. Ovviamente le motivazioni cambiano a seconda della tipologia familiare. Come si nota dalla tavola le famiglie "anziane" sono quelle che non hanno Internet per mancanza di capacità nell’uso. Si nota, dalla tavola, che solo in minima parte il costo del collegamento viene rilevato. Infatti, in media, solo il 9,9% delle famiglie interpellate lo ha indicato come causa di mancanza di accesso.
Si ritiene, comunque, che la mancanza di accesso a Internet sia principalmente un problema socio culturale. Infatti senz’altro il costo del cellulare non è minore del costo di Internet, ciononostante l’80% delle famiglie italiane possiede un cellulare.

By Leyla e Serena

Nessun commento: