29 gennaio 2007

The Well: la prima grande comunità virtuale

The Well e' stato il primo tentativo di creare una comunità nel ciberspazio, e quello, fino ad ora, di maggior successo. John Philip Barlow, scrittore e "adepto" di questa comunità, ci spiega la sua storia e i motivi del suo successo. (tratto dal sito Mediamente, intervista di Cristina Ferraro)

Qual è la storia di "the Well"?
"The Well e' iniziata come una bacheca di messaggi, fondata da Stewart Bren e Larry Brilliant nel 1985. C'erano molte persone e tutte diverse tra loro: per lo più intellettuali, che non a caso adesso sono alla guida delle più importanti riviste o gruppi di tendenza on line. Gente libera che non si sottometteva alle regole o convinta che quelle regole andassero cambiate, gente molto legata agli ideali degli anni sessanta. Ancora oggi i suoi 11 mila membri sono persone di questo tipo. La comunità e' stata il luogo ideale per incubare un gruppo libertario come la "elettronic frontier foundation."

Poi, dal 1994, The Well si sgancia dalle Bbs e sbarca in Internet grazie a Bruce Katz . Oggi e' considerata la più influente aggregazione virtuale, perché affronta argomenti tra i più disparati: dalla filosofia tedesca del novecento fino ai problemi generazionali, attraverso interventi di persone qualunque ed esponenti della cultura cibernetica. Che limite c'è agli argomenti trattati?
"Non c'è niente che gli esseri umani pensino o facciano che non venga discusso su the well, e spesso in maniera fin troppo eloquente. Il mio problema e' proprio questo: su alcuni argomenti trovo volumi e volumi di materiale ben scritto ed interessante, e mi sento in colpa a non riuscire a leggere tutto"

Quali sono i motivi di tanto successo?
"Direi che the Well risponde ancora a quelle che sono le prerogative fondamentali di una comunità virtuale, riesce a dare ai suoi membri un vero e proprio senso di appartenenza. Forse anche più di questa piccola località dove mi rifugio, nel cuore dell'America: Pinedale. Questa e' una cittadina particolare: qui si e' riunita la gente che non riusciva ad integrarsi nel resto d'America. Di conseguenza e' inevitabile che ci sia una relazione tra queste persone e quelle che vanno su The Well, tutti ovviamente abbastanza eccentrici"


By Selena

Nessun commento: